Kings & Queens: Passaggio delle Consegne

IMG_0657

Sabato 22 Giugno si è tenuto l’annuale passaggio delle Consegne tra Roberto Colombo e Valentina Onofri.  Nella splendida cornice brianzola del Camp di Cent Pertigh, il presidente uscente e l’incoming si sono scambiati le insegne del Rotaract Club Monza alla presenza di molto altri Presidenti Incoming del Multidistretto 2041-202; a partire da Federica Balli del RAC Milano Scala Manzoni, ad Alberto Conconi del RAC Brianza Nord, Andrea Castiglioni del RAC Milano Leonardo Da Vinci, Massimo Griffini del RAC Milano Nord Est Brera, Laura Stock del RAC Cantù, e Federico Vancini del RAC Visconteo. Oltre a loro abbiamo avuto il grande piacere di avere nostri ospiti anche Alessandro Cazzaniga del Leo Club Monza e Roberto Zatta, Presidente Incoming di uno dei nostri Rotary Padrini, R.C. Monza Nord Lissone.

2013-06-22 21.44.08

Queens

2013-06-22 21.49.59

Kings

La serata è iniziata con una panoramica di quanto svolto nel corso dell’anno, ed a tal proposito sono stati conferiti dei riconoscimenti ai Soci che si sono maggiormente distinti: Federico Felippone per aver contribuito ad esportare gli ideali Rotaractiani oltreoceano, fondando il Rotaract Club Washington College; Fabio Pellò per aver parlato ampiamente di noi nella sua esperienza in Cina; Simone Murgia e Chiara Resnati per il service di sensibilizzazione nelle scuole sul tema dell’Aids; infine Valentina Onofri per essere stata una presenza fondamentale quest’anno, e per aver aiutato il Club a crescere sotto ogni punto di vista.

2013-06-22 21.54.36

Detto questo, spilla e collare sono state passate di mano e la parola è andata alla neo presidente Valentina: “Sono davvero contenta che quest’anno l’onere e l’onere della Presidenza siano toccati a me! Tengo tantissimo al mio Club, ed al Rotaract in senso più ampio; quest’anno infatti i miei principali obiettivi saranno quelli di dare nuova linfa al RAC Monza attraverso l’incremento dei Soci ed in particolar modo dell’effettivo, ma anche sviluppare ed estendere le relazioni con tutti i Club del Multidistretto 2041-2042 e non solo.”

Il Rotaract Monza vanta quarantacinque anni di attività di volontariato, di Service, di Conviviali ed Interclub con progetti di sensibilizzazione a livello sociale; pertanto l’obiettivo primario non può che essere quello di coinvolgere sempre di più i Soci del proprio Club e degli altri Club, ad una partecipazione proattiva ed un’attitudine al nostro motto “fellowship through service

Per concludere la neo presidente ha presentato il suo Direttivo, così composto: con il ruolo di Vice presidente e Prefetto Federico Felippone, come Tesoriere Simone Murgia, come Segretario di Club Chiara Resnati e come Past President ovviamente Roberto Colombo.

2013-06-23 00.22.56

Il Direttivo dell’anno sociale 2013/2014

Non possiamo non concludere ringraziando in primis Roberto, che quest’anno non si è risparmiato né tirato indietro, cercando di dare sempre il massimo per il Club, che con il prossimo anno dovrà continuare su questa strada; cercando al contempo di dare ancora più lustro e vitalità al Rotaract Club Monza PHF!

2013-06-23 00.37.40

Conclusione della Conviviale del passaggio delle Consegne

Annunci
Pubblicato in Uncategorized

“Abbracciamoli”: insieme per una meta più grande

Domenica 23 Giugno 2013 c/o il centro sportivo Pia Grande a Monza, si è tenuta una maratona solidale di 8 ore di nuoto per i bambini del Comitato Maria Letizia Verga; questa associazione da oltre trent’anni si occupa di ricerca e cura della leucemia del bambino, anche attraverso l’utilizzo di attrezzature sanitarie sofisticate e di eccellenze della medicina. Il tutto senza tralasciare l’assistenza psico-sociale, attraverso un’alleanza terapeutica basata sul coinvolgimento degli operatori sanitari, dei volontari, del bambino e della sua famiglia.

Attachment-1

Abbracciamoli” è stato un evento di nuoto e di solidarietà, pensato per raccogliere fondi destinati a sostenere il progetto Dai, costruiamolo insieme!: la costruzione del Centro Maria Letizia Verga, su un terreno adiacente a quello dell’Ospedale S. Gerardo di Monza, per lo studio e la cura della leucemia del bambino.

Il parallelo della fatica è stato il fil rouge, perché nello sport così come nella vita, la fatica porta a raggiungere preziosi risultati: 8 ore di vasche dei nuotatori, in cui la fatica fisica ha dato un piccolo grande aiuto a chi fa fatica nella propria quotidianità.

IMG_0833

A partire già dalle prime ore del mattino si sono alternati, oltre alla gara vera e propria, giochi in acqua, giocolieri, artisti sui trampoli e la triangolare di pallanuoto, in un susseguirsi di divertimento ed emozioni; il tutto frutto di una partecipazione spontanea, trattandosi sempre di una manifestazione non competitiva.

IMG_0821

Con il ricavato di questa giornata verrà interamente devoluto alla realizzazione di un nuovo Centro di Trapianti di midollo osseo, un reparto di degenza con stanze singole,un Day Hospital e delle aree di accoglienza per migliorare la qualità della vita durante i ricoveri e le terapie.

IMG_0835

A conclusione di questa bellissima giornata, vorremmo riportare una bellissima frase che il Prof.  Momcilo Jankovic, medico responsabile dell’unità operativa al day hospital di ematologia pediatrica dell’ospedale San Gerardo di Monza, ha voluto dedicare a Maria Letizia Verga ed a tutti i suoi collaboratori e volontari:

Il sorriso di un piccolo puffo rannicchiato tra le mie braccia. E’ il ricordo più bello di una bimba che mi ha insegnato ad accettare la vita, con i suoi limiti, le sue paure … le sue sconfitte. Il sorriso non di rassegnazione ma di coraggio, lo sguardo non di tristezza ma di richiesta di aiuto, di tranquillità, di forza. Quella forza che è riuscita   a trasmettere attraverso   il suo modo di essere di fronte   a una malattia che la stava consumando   ma solo esteriormente …Dentro la sua “ricchezza”  ha comunque trionfato Grazie Leti, piccolo puffo  “un po’ mio!”

Pubblicato in Uncategorized

I 45 anni del Rotaract Monza: la parola ai protagonisti

Goduria e Intrallazzi’’: non è il titolo di un film del regista Tinto Brass, ma il nome di una delle prime commissioni create dal gruppo giovanile del Rotary Monza, fondato nel 1959. Così esordisce Giulio Camagni, socio fondatore del Rotaract Club Monza nel 1968: “Eravamo dei giovani attivi con una grande voglia di fare e di divertirci; siamo nati ufficialmente in quell’anno però, come associazione di giovani legati al Rotary, esistevamo già da quasi un decennio.’’

La Conviviale organizzata il 5 Giugno, ha avuto proprio come tema: “ I 45 anni di Club attraverso i suoi protagonisti’’. Una piacevole chiacchierata, con diversi personaggi che hanno fatto la storia del nostro Rotaract: dal già citato Camagni a Massimo Viscardi, con le testimonianze speciali di Paolo Villa, Gianluigi Galbiati e Giorgio Scotti, soci Rotary e personalità di spicco del nostro Club in tempi più recenti.

IMG_0635

Un gruppo unito che già dalle origini ha dovuto superare momenti di difficoltà visto che sulle prime non eravamo apprezzati dai nostri Padrini; appartenevamo a quella generazione che avrebbe poi scatenato i moti del ’68. Ma con i nostri numeri (siamo arrivati ad essere in 120 Soci) e con la nostra voglia di proporci e metterci in gioco, siamo riusciti a conquistare quella fiducia che senz’altro meritavamo; infatti fiore all’occhiello del Club in quei primi anni di attività è stato la ristrutturazione del teatrino della Villa Reale. Non ci siamo limitati alla ricerca dei fondi per l’opera, ma abbiamo ideato e presentato il progetto, che poi una volta approvato ci ha permesso di reperire i finanziamenti. Possiamo vantare di essere stati gli artefici della messa a nuovo di quello che adesso è considerato un gioiellino della nostra Città.

A colorare la serata non ci sono stati solo racconti di belle esperienze di vita, ma anche la presenza di alcuni bollettini degli anni ’60: fogli di giornale, ben imposti che hanno scatenato qualche emozione in quelle persone che si sono ritrovate dopo oltre 40 anni a rituffarsi nel passato. A conclusione della serata abbiamo ricevuto alcuni consigli da parte di chi è stato membro del Rotaract negli anni precedenti: “Dovete usare questa esperienza come palestra di vita. Avrete modo di misurarvi e poter sviluppare le vostre qualità di Leadership in una maniera unica, che nessun altra associazione di servizio può dare. Per cui cogliete questa opportunità e portatela avanti con passione, dando tutto, e perché no, anche facendo del divertimento un vostro baluardo’’.

IMG_0632

La “spillatura” di Francesco

Consigli che verranno sicuramente colti dal nuovo socio del club Francesco Margottini, spillato nel corso della serata. Un giovane di 18 anni che ha già avuto modo di distinguersi per la sua voglia di fare e dare una mano ogni volta che è stato chiamato in causa. A lui và il nostro più sincero“in bocca al lupo’’ per poter vivere un’esperienza Rotaractiana ricca di soddisfazioni.

IMG_0633

Il nostro nuovo Socio Francesco Margottini con il nostro Presidente Roberto Colombo

Pubblicato in Uncategorized

Alla scoperta delle nostre zone: l’area archeologica industriale a Monza

Sabato 25 Maggio 2013 si è tenuta una gita di Club, basata su un itinerario dal tema: L’archeologia industriale di Monza

Partendo dalla stazione ferroviaria, all’interno della quale si è visitata la saletta d’aspetto reale, abbiamo poi raggiunto i più importanti edifici ottocenteschi presenti nel centro storico.

IMG_0586

Dopo la stazione si è raggiunto il Cappellificio Cambiaghi con le sue case operaie, la ditta tessile Frette, fino a raggiungere l’Ospedale San Gerardo dei Tintori ed il Lavatoio. Particolare eccellenza di un’epoca in cui fiorivano varie iniziative industriali nel settore dei cappellifici. E’ la realtà industriale fondata da Giuseppe Cambiaghi nella seconda metà dell’Ottocento, che riesce ad oltrepassare i confini nazionali con esportazioni oltre oceano.

IMG_0588

Cappellifio Cambiaghi

 

Grazie alla guida dell’associazione cittadina Guidarte, rappresentata da Valeria, è stato possibile visitare, conoscere ed approfondire queste zone che hanno segnato il nostro territorio e la nostra epoca.

Un ringraziamento particolare va al nostro Presidente Roberto Colombo che ha voluto e reso possibile, un bel pomeriggio culturale nella nostra città.

Pubblicato in Uncategorized

Conviviale del 24 Aprile: “Il Nostro Stendardo e i Nostri Simboli”

Il fil rouge di questa Conviviale, in continuità con quelle precedenti, è stata la celebrazione del nostro 45° anniversario. In particolare la serata di mercoledì 24 Aprile ha avuto come tema “Il Nostro Stendardo e i Nostri Simboli’’; il relatore d’eccezione è stato il nostro stesso Presidente Roberto Colombo: “Per celebrare i nostri 45 anni, abbiamo deciso di organizzare queste Conviviali per parlare di Noi. Oggi il protagonista sarà il nostro stendardo con i simboli che lo caratterizzano.’’

foto2

Il nostro stendardo

Dunque, quali sono questi simboli? “Innanzitutto la Corona Ferrea, emblema politico, economico e religioso della nostra Città. Sopra di essa vi è la Croce di Berengario, o Croce del Regno, ad indicare una continuità tra la storia di Monza e la storia del Regno d’Italia. Il tutto circondato dalla celebre formula – Est Sedes Italiae Regni Modoetia Magni – coniata dall’Imperatore del Sacro Romano Impero Ottone III, che in Città aveva stabilito un’importante sede.’’

foto

Simboli che legano indissolubilmente Monza con la storia d’Italia, un filo conduttore che vede come protagonisti tre personaggi rimasti negli annali: la regina Teodolinda, il re Berengario del Friuli e l’Imperatore Ottone III. “Essendo l’unico Club della nostra Città, abbiamo la fortuna di poter sfoggiare lo stesso emblema che compare sullo stemma Comunale. Uno stemma che ha una sua storia, bellissima. Una storia ricca di persone, avvenimenti, luoghi. Documentarmi su questi eventi è stato un percorso davvero affascinante, e ci tenevo a rendere partecipi voi soci di cosa siano e quale valore abbiano quei disegni che ci portiamo sempre in giro e che, in qualche modo, ci rappresentano.’’

foto3

Durante l’evento è stato consegnato il “Premio Maturità 2012’’ alla monzese Sara Monfrini: riconoscimento Distrettuale per il miglior tema svolto durante l’esame di maturità, in gran parte degli istituti lombardi.

Pubblicato in Uncategorized

Una speranza per l’Africa

Il Rotaract Club Monza si è ritrovato il 28 Marzo presso il Caffè Duomo a Lissone, sede del Rotary Padrino Monza Nord Lissone, per lo scambio degli auguri in occasione della Pasqua di Resurrezione.

Durante la serata sono state distribuite a soci ed aspiranti presenti, le colombe pasquali “Rotariane” acquistate per sostenere l’Onlus A.V.Ro.S. (Associazione Rotariani Volontari per la Salute), ed il loro progetto “Una Speranza per l’Africa” – Progetto pilota in Zambia.

Il progetto era nato per prendersi in cura le madri malate di AIDS dal sesto mese di gravidanza fino al termine del periodo di allattamento, per evitare la trasmissione della malattia da madre a figlio ed interrompere così una catena letale.

Col tempo però l’impegno di questi volontari ha portato anche all’apertura di un laboratorio analisi e il centro AIDS realizzato nell’ambito dell’Ospedale di Mazabuka, alla realizzazione di un’azienda agricola in località Inguesi per produrre derrate alimentari destinate a nutrire i malati, fino all’acquisto di un trattore insieme a 33 ettari di terreno su cui vengono coltivati soprattutto mais ed ortaggi. Diverse persone sono già state coinvolte e formate per la cura e il mantenimento della farm.

Molti altri obiettivi sono stati raggiunti e concretizzati da questa Onlus, a cui abbiamo voluto dare questo  nostro contributo; questo loro progetto inoltre si lega ad uno dei nostri service portati avanti quest’anno, legato appunto alla prevenzione dell’AIDS.

IMG_0378

La colomba del progetto “Una speranza per l’Africa”, e gli ovetti Rotaractiani

Pubblicato in Uncategorized

Serata di gala al Pirellone di Milano per i 45 anni del Distretto Rotaract 2040

logo_45_rosso

Sabato 16 marzo 2013 il Distretto Rotaract 2040 ha celebrato con una serata di gala, in una location spettacolare come il 31° piano del grattacielo Pirelli, i 45 anni dalla fondazione del suo Distretto. Questa serata ci ha visti oltremodo protagonisti in quanto il Rotaract Monza, insieme ai Club di Bergamo, Como e Milano, hanno festeggiato il loro 45° compleanno. Presenti oltre 150 ospiti tra cui numerosi Rappresentanti Distrettuali, che si sono avvicendati nel corso degli anni. 

Gala 2

Durante la serata il Presidente Roberto Colombo ha illustrato i service più importanti della storia del Rotaract Monza: ‘’Noi nasciamo nel 1968 da una costola del Rotary Club Monza, e siamo subito attivi sul territorio; appena un anno dopo ci occupiamo di raccogliere fondi per la ricostruzione del teatrino della Villa Reale, che ad oggi rappresenta un gioiellino della nostra città. Più avanti negli anni abbiamo aiutato a promuovere il progetto del dottor Marco Lanzetta, il primo chirurgo ad operare un trapianto di mano in Italia. Infine in tempi recenti ci siamo dati da fare per il progetto Eargames: trattasi di screening audiologici sui bambini dell’ultimo anno di scuola materna. Dulcis in fundo l’anno scorso abbiamo promosso il bando per la miglior tesi di Laurea della facoltà di Medicina dell’Università di Monza.’’ 

Gala 1 bis
Da queste parole si evince quanto il Club si sia sempre distinto sul territorio per carattere e voglia di fare, e per gli anni a venire auspico che altrettanti nuovi progetti vengano realizzati dai più giovani frequentatori del nostro Club. 
Un augurio speciale va quindi alle generazioni che devono ancora nascere: ‘’Mi auguro che tra 45 anni saremo ancora qui per festeggiare i nostri 90 anni, e chissà che non ci rappresenti qualche nostro nipote! ’’ Il taglio della torta e un brindisi speciale con tutti i soci presenti, hanno coronato questa magnifica serata sullo sfondo dello skyline milanese.

Gala 5

Presidenti dei Club Bergamo, Como, Monza e Milano, insieme al Rappresentante Distrettuale

Pubblicato in Uncategorized